Il Territorio
Ambienti naturali dove vivono rare specie di flora e fauna

Ozieri ha sempre rappresentato il centro di riferimento per un ampio territorio denominato Logudoro. Attualmente è il capoluogo della Comunità Montana del Monte Acuto, un territorio vasto circa 150 mila ettari nel quale vivono 40.000 abitanti. Questo territorio, una ampia zona interna del nord Sardegna, situata fra Sassari, Olbia e il nuorese, si distingue per le sue emergenze ambientali, storiche e culturali. 
Il territorio di Ozieri è caratterizzato dalla vasta piana (Campo di Ozieri e Piana di Chilivani) che si apre ai sui piedi, dove si svolgono intense attività agro-zootecniche, con presenza di consistenti allevamenti di ovini, bovini e cavalli. 

Nonostante la presenza di un moderno sistema irriguo, l'allevamento si svolge per la maggiore con sistemi di pascolo brado e semibrado. Questo fatto ha consentito di conservare una buona qualità e genuinità nelle produzioni, e di preservare gli ambienti naturali della pianura, nella quale vivono specie di flora e fauna talmente rare da giustificare l'istituzione nella zona di un Sito di Interesse Comunitario. Parte della piana si presenta infatti come una "deherta" dell'Estremadura spagnola, con presenza di sugherete e campi dove non è raro avvistare Galline Prataiole, Occhioni, Cicogne, Gru, Falchi di Palude, Albanelle, Falchi Cuculi, Lepri, Volpi, Gatti selvatici. 

La parte nord della piana di Ozieri è caratterizzata dalla presenza del Lago Coghinas che con i suoi 18 kmq è il secondo invaso della Sardegna. Meta di pescatori sportivi e amanti dello sci nautico, si estende sui campi con pittoresche anse, dove vivono carpe e persici e numerosi uccelli acquatici: Aironi, Garzette, Svassi, Folaghe e diverse specie di anatre. Un vero spettacolo è l'avvistamento del raro Falco Pescatore lanciato 

Le Escursioni

Basilica Romanica S. Antioco di Bisarcio (XI-XII sec.) a 10 minuti da Ozieri s.s. 597

Ponte romano "Pont'ezzu" - a 5 minuti da Ozieri nei pressi del quartiere San Nicola

• Colle di Monserrato - (a 5 min) chiesa dedicata alla madonna di Monserrat (Barcellona)

• Vigne di Monte Ini o Binzas de mela - (a 5 min)

Ippodromo di Chilivani - (5 min.) corse al galoppo con totalizzatore (vedi giornate)

Allevamento Stalloni dell'Istituto Incremento Ippico - all'ingresso di Ozieri - cavalli di pregio

Nuraghe Burghidu - a 10 minuti da Ozieri nei pressi del quadrivio della 597 con la 132

Lago Coghinas - a 15 minuti da Ozieri presso Tula o Oschiri

• Santuario della Madonna di Castro a 20 minuti da Ozieri strada per Oschiri

• Foresta di Sa Fraigada - a 15 minuti da Ozieri dopo Nughedu S.N. 

Dolmen Sa Coveccada - (a 15 min.) strada per Mores -un prezioso monumento prenuragico

Riserva di Monte Lerno e lago- (20 min.) pressi Pattada ( Cervo sardo, mufloni, aquile)
 

a picco sull'acqua per la cattura dei pesci. Nonostante in Sardegna sia dichiarato estinto, questo rapace è un usuale visitatore del Lago.
Nelle colline a sud di Ozieri: Monte Ini e Vigne ancora si producono i vini tipici locali, che ora si sta cercando di tutelare e valorizzare. Rappresentano località che sempre più stanno divenendo zone residenziali estive dove si svolgono spesso feste e banchetti.
Sempre a sud di Ozieri, in direzione Nughedu S.N., si trovano i vicini boschi di Monte Littu e Sa Fraigada. Un paesaggio incantevole e fresco dove si trovano fonti di acqua apprezzata per la sua leggerezza. Fra il fitto bosco di sughere, roverelle, agrifogli e conifere vive il rarissimo Astore Sardo, una sottospecie del potente rapace europeo specializzato nella caccia fra gli alberi.  Un altro raro abitante è il Quercino Sardo, un piccolo e simpatico roditore.
 

 

:: Arrivare ad Ozieri   ::  Il territorio    ::  La città    ::  Galleria fotografica